Dreaming of a… White Christmas

Quando da bambini ci mettevamo alla finestra ad osservare la neve cadere, aspettavamo in trepida attesa il momento in cui saremmo usciti a testa in su per assaggiarla. Immaginavamo già di appallottolarla ai nostri piedi per poi lanciarla contro qualcuno. Speravamo che ne cadesse così tanta da poterci fare un pupazzo grande e grosso che avrebbe avuto il naso a punta arancione di una carota.
Quando nevicava a Natale  l’emozione era ancora più intensa: il silenzio avvolgeva tutto e oggetti, case e strade perdevano magicamente il loro colore.
Poi, un giorno, ci insegnarono che il bianco non è mancanza di colore, ma fusione di tutti i colori in uno: rosso, arancio, giallo, verde, blu, indaco e viola. In un certo senso avevamo ragione a pensare che ci fosse di mezzo la magia.

I sette colori dell’iride si mescolano per noi in White Christmas, in uno sfondo di fiocchi a rilievo che scendono leggeri e cristalli candidi in primo piano, così vicini da poter essere toccati.
Dopo Golden Christmas anche questo tema natalizio appartiene alla serie Pure Color, ma stavolta abbiamo invertito le parti:  il cartoncino è Snow White, bianco purissimo perlato mentre la busta è colorata nelle varianti oro e argento (Sunflower Gold/Silver Moon), che si accostano benissimo al biglietto neutro.

 
Così, sognando un Bianco Natale, abbiamo personalizzato dei segnalibri e dei biglietti d’auguri per il centro estetico Estèfanie, giocando anche un po’ con le parole.

Buone FEsthè a tutti, con l’augurio che il bianco possa donarci un senso di pulito e tranquillità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.